Terra di Briganti

TERRA DI BRIGANTI SOCIETA’ AGRICOLA SAS

VIA TACCETO 6 , 82027 CASALDUNI BENEVENTO
Telefono 3471257684
info@terradibriganti.it
www.terradibriganti.it

Breve storia dell’azienda

L’Azienda nasce nel 2003 grazie alla passione per la terra coltivata dai nostri nonni e dal vino che facevano quale alimento ed elemento della cultura dell’epoca.
I nostri genitori hanno coltivato i vigneti e noi abbiamo deciso di trasformare le nostre uve in vino e cosi’ e’ nata Terra di Briganti nel 2003.
Siamo Toni e Romeo De Cicco due fratelli che quando parliamo di vino, del nostro vino, lo leghiamo alla storia al territorio .
Abbiamo deciso di coltivare solo vitigni autoctoni,abbiamo tra i rossi l’Aglianico, lo Sciascinoso, un vitigno redivivo e quasi abbandonato in passato. Tra i bianchi troneggia la Falanghina, seguita a ruota da Fiano e Coda di Volpe.
L’azienda conduce le lavorazioni agricole secondo i dettami dell’agricoltura biologica, pratica che è certificata dall’organismo di controllo Suolo e Salute. Le concimazioni sono effettuate con sovescio, i trattamenti antiparassitari con zolfo e rame, nebulizzati a basso volume così da evitare sprechi di acqua. Facciamo tutte le lavorazioni insieme ,dalla campagna alla cantina e alla commercializzazione,perche’solo noi possiamo sapere la storia di ogni annata e di ogni bottiglia passata tra le nostre mani.

Cenni storici e geografici sul territorio
L’Azienda si trova a Casalduni nel Beneventano nella parte interna della Campania, in un triangolo di terra a ridosso del Massiccio del Taburno dove sostavano e riposavano i briganti negli anni in cui si stava formando l’Unità d’Italia e dove gli scontri tra partigiani borbonici e truppe savoiarde furono estremamente dolorosi per la popolazione locale. Un triangolo di terra dato dalla pagliaia di Contrada Colli, la Fontana Greca e bosco Ferrarise, zone che ancora oggi sono permeate da racconti e leggende, inclusa quella della maledizione del tesoro dei briganti, rinvenuto da un paesano, poi colto negli anni da una serie impressionante di sciagure familiari.
Ora la situazione è cambiata ed i briganti non ci sono più anche se sono rimasti nel nome e sulle etichette a segnare un orgoglio per la storia vissuta dai propri avi.

Condizioni ambientali del posto e dell’area di produzione
Il clima è rigido d’inverno con facili nevicate sopra i 300 m.s.l.m. sempre ventilato, anche d’estate.

I miei principi e idealità di produttore

Il primo obbiettivo fin dal 2004, quando la cantina, appena neonata, mosse i primi passi è stata la scelta di sposare il biologico, un percorso, non solo filosofico, ma netto e senza alcun rimorso. A distanza di anni Terra di Briganti è adesso certificata biodinamica. Del resto chi amerebbe la chimica invasiva laddove magari, appena oltre il vigneto, c’è la propria casa con i propri figli a scorrazzare in giardino tra cani e gatti? Non ci sono mai posti il problema di avere rese più basse rispetto ai conferitori della maxi coop locali, così come non ci siamo mai stancati di rispettare i protocolli biologici e la cura del vigneto, mettendo da sempre la tutela della propria terra al centro della nostra passione artigianale. Continuando con gli altri obbiettivi di rispetto della natura abbiamo realizzato impianti fotovoltaici sui tetti della cantina e delle nostre abitazioni per diminuire l’immissione di CO2. Abbiamo realizzato un’impianto di fitodepurazione in modo da smaltire le acque reflue della cantina grazie a piante e microrganismi che la purificano in modo da poter essere riutilizzata per il giardino della cantina. Continueremo su questa strada e vogliamo creare un sistema di areazione naturale della cantina.

La mia opinione sull’utilizzo di ogm

Siamo totalmente contrari, crediamo seguendo i principi della biodinamica nella natura e rispetto di essa senza modifiche e manipolazioni sulle piante e sulle lavorazioni. L’agricoltura ogm non porta migliorie anzi solo effetti collaterali anche sugli alimenti prodotti.

Scheda aziendale

Proprietario: Famiglia De Cicco
Possibilità di visitare l’azienda: sì, previa prenotazione telefonica
Eventuali strutture ricettive: agriturismo in ultimazione lavori
Descrizione del nucleo famigliare e loro coinvolgimento nelle attività agricole: L’amministratore e socio di due fratelli di cui uno è  il marito e con tre figli abitano in mezzo alla proprietà a fianco alla cantina .
Superficie coltivata totale: 6,6 ettari
Superficie coltivata a vigneto: 4 ettari
Altre colture: uliveto
Eventuali prodotti acquistabili in azienda: olio-vino
Proprietà dei terreni: dei soci
Enologo o responsabile di cantina: Roberto Mazzer
Agronomo o responsabile conduzione agricola:
Lavoratori fissi: 1
Lavoratori stagionali:
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori fissi: bracciante agricolo
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori stagionali:
Ricorso a lavoro interinale: no
Vini prodotti: NATO NUDO FIANO IGP, NATO NUDO AGLIANICO IGP, SANNIO DOP SCIASCINOSO, SANNIO DOP AGLIANICO, FALANGHINA DEL SANNIO, MARTUMME’ SANNIO AGLIANICO DOP, PASSITO DI FALANGHINA IGP

Numero totale di bottiglie prodotte: 30.000
Vendita diretta in azienda: SI
Vendita nella media e/o grande distribuzione:
Totale vendite ultimo anno (solo vino, fatturato e vendita diretta): 150.000

Autocertificazione vini Terra di Briganti in pdf